Applicare NanoceramiX riduce gli effetti del calore radiante

Si possono notare risultati eccezionali quando si mescola NanoceramiX a pitture ordinarie.
Ma può impressionare il fatto che esso venga utilizzato dall'Esercito Americano.

I risultati di un test sulla riduzione di calore radiante indotto all'interno della cabina di una base di lancio missili sono stati sbalorditivi.
L'utilizzo di NanoceramiX, durante il test, ha contribuito a far abbassare le temperature, creando all'interno della cabina un'atmosfera più confortevole.

E' stato dimostrato che il potere termoisolante di NanoceramiX rimane tale anche con vernici scure, ed in situazioni estreme ed ostili.

Qui di seguito sono riportati i risultati dei test sull'efficacia di NanoceramiX usato su una base di lancio missili semovente M270 dell'Esercito Americano.
NanoceramiX ha resistito a tutti i test rigorosi a cui è stato sottoposto.
I risultati dei test sono stati forniti dal Settore Test Climatici della Divisione Test Ambientali. Anche gli scienziati missilistici sono d'accordo nel dire che: NanoceramiX fa la differenza!


Resoconto del Test Multiple Launch Rocket System (MLRS)
Radiazione solare su Base di lancio M270

  1. I test sulla radiazione solare sono stati condotti dal Climatic Test Branch (CTB) presso l'Edificio 7290 dal 29 Settembre al 6 Ottobre 1999 al fine di determinare l'efficacia di NanoceramiX applicato alla cabina del launcher. .
  2. Prima dell'esperimento sono state rilevate temperature molto alte all'interno della cabina, in caso di cielo sereno, a causa dell'alta radiazione solare; la cabina non aveva aria condizionata.
    NanoceramiX è stato suggerito da un venditore locale per abbassare le temperature della cabina.
  3. Il Launcher ha dimensioni troppo grandi per condurre un convenzionale test di radiazione solare MIL-STD-810. Comunque, l'obiettivo era quello di determinare l'efficacia della barriera radiante di NanoceramiX sulla zona cabina. Per raggiungere questo obiettivo due basi di lancio M270 sono stati sottoposti, in due giorni, allo stesso carico solare.
    Sul Launcher S/N 4AA00481 è stato applicato NanoceramiX, mentre non è stato applicato sul Launcher S/N 4AA00222.
    N.B.: il livello di radiazione nella camera solare viene variato aumentando o abbassando il margine di luce. Ciò non è stato possibile a causa dell'altezza della base di lancio.
    Con un margine di luce elevato al massimo, le lampade erano soltanto a 75 cm sopra la cabina!
  4. Il primo giorno i launchers erano in configurazione operativa (le finestre della cabina avevano protezioni metalliche antiproiettile) e sono stati esposti al ciclo di radiazione giornaliera MIL-STD-810. Il secondo giorno le protezioni sono state abbassate e sono state aperte le finestre: i launchers sono stati esposti a tre ore di massima radiazione solare.
    Dei termorilevatori sono stati posti all'interno o all'esterno della cabina, in diversi posti:
    sulla parte superiore dell'area del comandante;
    sulla parte superiore dell'area guidatori;
    sospeso al centro nella cabina.
  5. Ogni zona della cabina su cui è stato applicato NanoceramiX è stata monitorata e sono risultate temperature inferiori rispetto all'altra.
    Il primo giorno le temperature all'interno della cabina su cui era stato applicato NanoceramiX hanno raggiunto il picco di 55,5 °C, mentre nell'altra cabina si è arrivati a 59 °C.
    Il secondo giorno il picco della temperatura è stato rispettivamente di 36,5 °C e di 38 °C.
    N.B.: Gli ultimi due valori di temperatura riflettono il fatto che l'aria all'esterno e all'interno della cabina era quasi la stessa a causa del fatto che le protezioni erano abbassate e le finestre erano aperte.

Una delle due basi lanciamissili sottoposte alle prove (in alto a sinistra)
e immagini di repertorio dei lanciamissili semovente MLRS M270

Conclusioni

Le basi di lancio hanno riempito quasi totalmente le camere solari. Si pensa che si sarebbero ottenuti risultati ancora migliori, se la camera fosse stata più grande o se il test fosse stato condotto in un ambiente esterno più naturale.
Comunque ancora una volta è stato dimostrato che NanoceramiX contribuisce a limitare la trasmissione di calore radiante attraverso le superfici sulle quali viene applicato.